ATTENZIONE: L’Utente assume la totale responsabilità anche giuridica per ogni attività da lui svolta e per ogni contenuto pubblicato e/o scambiato. (leggi le condizioni d’uso).

Si invitano gli Utenti a non pubblicare o scambiare alcuna informazione che permetta di risalire, anche indirettamente, alla propria identità o all’identità di terzi (nome, cognome, residenza, email…) e divulgare alcun tipo di dato sensibile proprio o di terzi.

Gentile Utente,
desideriamo informarti che tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l.

X
Like Tree24Likes

Discussione Tu non sei capace...

  1. #1
    L'avatar di eve2 Utente Junior
    Registrato dal
    Mar 2017
    residenza
    parma
    Età
    32
    Messaggi
    32

    Predefinito Tu non sei capace...

    Dopo 1 anno 2 mesi e 7 giorni, posso dire senza ombra di dubbio che niente e nessuno ti può dare così tanta gioia come un figlio.
    E’ una gioia che ti riempie il cuore vedere il suo primo sorriso al mattino, le sue urla di gioia quando apro la porta dopo il lavoro, vederla contenta mentre gioca, vederla così impegnata e concentrata a portare i giochi da una stanza all’altra, sentire il suo respiro che mi riempie i polmoni nel cuore della notte.

    Eppure dietro a così tante emozioni positive, mi sento morire.
    Mi sento morire perché sono sempre nervosa e non ho pazienza, sono nervosa perché sono sempre stanca, sono stanca perché ho il peso di dover fare tutto.
    Sveglia alle 6 sempre se sento la sveglia, doccia (veloce se sono riuscita ad alzarmi al suono della sveglia) e vestizione, sveglia la bimba se non si è svegliata da sola, farle fare colazione (varia dai 30 ai 60 minuti), preparare il pranzo da portare ai nonni, pulire il pavimento e seggiolone da biscotti caduti a pioggia, nelle mattine migliori riesco ad inserire la colazione anche per me, in quelle peggiori esco sporca di biscottini e latte, cambiala e vestila, raccogli tutto quello che le serve durante il giorno senza dimenticare niente, portala dai nonni.
    Lavoro 8 ore, uscita alle 18. Di corsa dai nonni a prenderla, di corsa a casa che lei deve cenare alle 19. Arrivo a casa tra le 18.50 e 19. Mentre preparo per lei, devo cominciare a preparare qualcosa x me e il mio compagno la maggior parte del tempo con lei in braccio.
    Farla mangiare il più serenamente possibile, finito con lei continuare a preparare la cena per noi, preparare pranzo della bimba del giorno dopo, e cominciare a preparare una cena il più possibile salutare per noi per il giorno dopo.
    Cambio pannolino con il papà se è arrivato il papà (eh sì c’è anche lui).
    Iniziamo a mangiare alle 20.30 più o meno, lei giustamente dopo un’intera giornata senza la mamma vuole stare in braccio, quindi si mangia con lei in braccio.
    Ore 21 – 21.30 bagnetto. Mentre il padre le fa il bagnetto, sparecchio e infilo tutto in lavastoviglie + pulizia pavimento perché dopo ogni pasto che si rispetti sembra una campo di battaglia.
    Il weekend? Per fortuna mi concedo, sonno bimba permettendo, un’oretta di sonno in più al mattino, e poi spesa, cucinare, pulizie e tutto quanto non si riesce a fare in settimana.

    Nonostante tutta la stanchezza e lo stress, nonostrante abbia i miei mille dubbi sul mio "operato di mamma", sono convinta di essere la mamma migliore del mondo (per mia figlia ovviamente), la amo da morire, sto cercando di darle tutto il meglio, sia a livello di necessità fisiologiche sia di affetto e di amore. Ah ovviamente non mancano mai i momenti di gioco e di coccole, guai a toglierli anche se ho fretta anche se sono stanca e anche se arrivo in ritardo al lavoro, tutto passa in secondo piano: si gioca al mattino sul letto appena lei si sveglia, durante la pausa pranzo, alla sera prima di cena, e durante la cena a pasticciare con il cibo, nonchè coccole serali per addormentarla al seno.

    Sento però di non farcela più, sento di non aver le forze per fare nulla, sento di non avere la pazienza che ci vuole con una bimba piccola. Mi mancano le energie.
    Arrivo al venerdì sera che sono stremata, la domenica sera spesso mi viene da piangere a pensare che inizia di nuovo la settimana, arrivo a svegliarmi al lunedì mattina che a mala pena mi riesco ad alzare.

    La stanchezza e lo stress giocano dei brutti scherzi: la pazienza è a zero, mi capita di alzare la voce se lei non vuole mangiare, o se non si sta ferma per il cambio, ma poi facciamo pace, le chiedo scusa, piango ma tutto torna come prima.

    Una vacanza? No grazie, e comunque sono appena rientrata. Vacanza vuol dire: doverla organizzare e cercare la sistemazione, i giorni prima della partenza fare il punto della situazione di tutto ciò che serve, lavare i panni, stirare i panni (quasi esclusivamente di lui, io mi accontento), lasciare la casa pulita, fare la valigia della bimba senza dimenticare nulla e la mia, preparare in anticipo eventuali pranzi al sacco.
    “Faccio un panino da mangiare a pranzo va bene?” “No”.
    Ferie (dai suoceri) vuol dire essere sempre criticata per quello che fai sempre e comunque perché ovviamente loro e chiunque sono migliori di te. Perché si sa che le critiche sul come fai la mamma vengono anche da chi non ha figli, perché anche loro sono migliori di te e sanno cosa è meglio per tua figlia.
    “Oggi non portarla al mare che tira vento e c’è nuvoloso”
    “mettile la giacca che c’è freddo”
    “ci vogliono i calzini che si ammala”,
    il tutto ovviamente ripetuto fino allo sfinimento se da me ignorato. Almeno l’unica cosa certa in quei giorni era il sole e il caldo giusto dei mesi estivi e una giornata (su 3) di mare sprecata.

    Ho chiesto aiuto all’unica persona che mi può aiutare. Ho provato a “organizzare” la gestione della famiglia e della casa. Ho chiesto aiuto con le buone, con le cattive, con le migliori e con le pessime, ho minacciato, ho supplicato, ho sbattuto porte e picchiato pugni contro i muri, ho pianto fino ad esaurire le lacrime e ho persino iniziato a fare una borsa.
    Il “suggerimento” che mi è stato dato finora è “licenziati”.
    Di solito dopo ogni litigata tutto si risolve magicamente anche se dura pochi giorni, forse anche meno, giusto un contentino, poi si ricomincia, perché la colpa è mia.

    Oggi però è stato diverso, più intenso, più travolgente, come se un treno ad alta velocità mi fosse sfrecciato ad un palmo dal naso, come se mi avessero lanciata da un trampolino altissimo e avessi impattato sull'acqua fredda di faccia, di pancia, di cuore, come se al posto di ogni organo e di ogni muscolo ora avessi un macigno d'acciaio:
    “tu non sei capace di fare la mamma!”
    “tu non dovevi fare un figlio perché non sei capace”

    Ora sì che mi sento veramente all'altezza del mio compito, ora che anche chi mi sta vicino e che vede quello che faccio durante il giorno ha espresso il suo parere, devo dire di sentirmi veramente...una ******...

    L’unica cosa che mi frulla nella testa è: ma se davvero smettessi di fare la mamma? Vado via una settimana. Rimpiango di non aver messo telecamere in casa, sarei curiosa di vedere come se la caverebbe. Magari è veramente migliore di me. O magari impazzisce come sto impazzendo io, se succedesse non lo ammetterebbe neanche sotto tortura. Non credo però avrò mai il coraggio di lasciare mia figlia.
    Ultima modifica di Pochi87; 13-06-17 a 13:18 Motivo: termine non consentito

  2. #2
    L'avatar di SCINTILLA Super Moderator Mamma Highlander
    Registrato dal
    Jan 2009
    residenza
    Sassari
    Età
    41
    Messaggi
    13,652

    Predefinito

    Hai fatto bene a scrivere e a sfogarti......certo non posso scrivere molto perchè non ti conosco ma dal tuo racconto sei una brava madre......sei una madre che fa tutto per sua figlia e se anche hai momenti di sconforto, momenti in cui ti senti stanca, momenti in cui cerchi una via più facile sei una mamma normale, una donna che fa di tutto ma che naturalmente non sei fatta di ferro.........non farti dire mai da nessuno, nemmeno dal tuo compagno...che non sei una brava madre.....non permetterglielo....t u sai di esserlo e ne lui ne nessuna altro può dire il contrario.......vai a testa alta e sii fiera di te stessa......piangi quando devi, sfogato quando devi ma non dubitare di te!...mai e poi mai!!!
    Pochi87, Mammaboh and eve2 like this.
    Prima di postare ricordati che devi leggere il
    Regolamento del forum


    Se per caso hai difficoltà ti potrebbe aiutare fare riferimento alle nostre
    Istruzioni per l'uso



    SCINTILLA modera : Uso del forum, Regole del forum, Comunicazioni dalla redazione, Parto, Parto con taglio cesareo, Benessere post parto




    Bravi Lenticchia, Pulce e Puzzola vi siete stretti forte forte alla mamma
    Riccardo, Francesco e Federico i miracoli di mamma e babbo

    LA NASCITA DEL MIO PATATO

    IL MIO SECONDO MIRACOLO

    .....INASPETTATAMENT E TU.....

    Le piumette di Gio e di T.zzy hanno dato i loro frutti , è arrivato Federico

    Arianna finalmente ci sei!!!
    Ma zia continua ad aspettare miniali, miniciacino e miniscarpettina!!! Non mi deludete!!!!!!

  3. #3
    Utente Senior Mamma Bionica
    Registrato dal
    Dec 2015
    Età
    31
    Messaggi
    2,930

    Predefinito

    Concordo con scintilla completamente
    E se posso ti direi di allentare un pò la presa almeno sulla casa, non fa niente se tutto non è perfettamente a posto tutti i giorni, se non pulisci il pavimento dopo ogni cena, con un cambiamento così importante come un figlio a volte le priorità devono cambiare, e tu non puoi sfinirti in questo modo. La routine e le settimane sembrano tutte uguali a volte e infinite, soprattutto se non c'è un grande aiuto da parte degli altri, ma da come scrivi si vede che sei una donna forte, quindi forza cara, e per ogni cosa noi siamo qui a sostenerti
    SCINTILLA, Pochi87 and eve2 like this.
    Ogni persona che incontri sta combattendo la sua battaglia: sii comprensivo con tutti.


    La mia prima super piumetta guerriera da Bacchina!!
    Seconda piumetta miracolosa da Ely1987

    Lilypie Pregnancy tickers

  4. #4
    L'avatar di eve2 Utente Junior
    Registrato dal
    Mar 2017
    residenza
    parma
    Età
    32
    Messaggi
    32

    Predefinito

    Grazie mille ragazze
    SCINTILLA likes this.

  5. #5
    Utente Senior
    Registrato dal
    May 2015
    Età
    34
    Messaggi
    424

    Predefinito

    No, non sentirti una *****. No, neanche un po'. Cerchi di fare tutto, e ce la fai a modo tuo, meglio di chi guarda e non fa. Sicuramente meglio di chi arriva dopo e trova tutto fatto.
    Perché è facile criticare quando comunque non tocca a noi rimboccarci le maniche, correre e fare fare fare e ancora fare. E tanti aprono la bocca solo per dare aria. Ma lo so, è capitato anche a me, che quando quelle parole escono dalle labbra di qualcuno così importante, qualcuno che dovrebbe percepire il nostro super operato e dovrebbe lodarci, ma invece ci denigra: fa male! Ma a volte è solo rabbia del momento. O forse non percepiscono realmente cosa facciamo. Bo. Io penso al mio amore piccolo, al suo sorriso, ai suoi super abbracci e penso che cmq faccio tutto soprattutto per lui.

    E comunque rallenta! Se le briciole rimangono a terra la sera, fregatene, raccoglile la mattina dopo con quelle della colazione. E se posso darti dei consigli, che vedo funzionano nella mia quotidianità, se mangia i pezzi, la bimba falla mangiare con te, le vostre cose, ormai è grande, vedi che ti risolve un sacco cucinare 1 volta sola. (io faccio così e mio marito se arriva tardi mangia poi da solo con comunque noi 2 lì a fargli compagnia) E può anche riordinare lui la cucina e mettere in lavastoviglie, mentre tu metti a letto la piccola e ti godi un momento di pace con lei. Siete in 2 in questa folle avventura che è la famiglia, e in 2 dovreste supportarvi.

  6. #6
    Moderator Mamma Gold
    Registrato dal
    Aug 2015
    Età
    29
    Messaggi
    1,375

    Predefinito

    Ciao eve,
    ho dovuto asteriscare completamente il termine che già tu avevi parzialmente oscurato perchè non consentito dal regolarmento.
    Pochi87 Moderatrice di sezione


    Eve, mi dispiace sentirri così giù. So come ci si sente quando tutto sembra prendere il sopravvento su di te, e nemmeno chi dovrebbe apprezzarti e sostenerti è lì per te, ma anzi ti punta il dito contro.
    Il tuo compagno, in tutto questo, ti da una mano? Fa anche lui qualche faccenda domestica? La gestione della casa non può ricadere tutta sulla donna! Anche l'uomo deve aiutare, soprattutto se si è in 3 e non in 2, e la bambina dipende tantissimo dalla madre, come nel, tuo caso.
    Tu esigi di essere aiutata, e comunque allenta la presa, come ti hanno detto le altre, sulla casa.
    Un abbraccio
    SCINTILLA and eve2 like this.
    ==================== ===============
    Piumette fortunate: Mely88, suzette80, SCINTILLA, blueyes83, waiting, mammaboh, bianca88
    Mega piumetta fortunata e guerriera di Bacchina <3

    "Perciò vi dico: tutto quello che domanderete nella preghiera, abbiate fiducia di ottenerlo e vi sarà dato." Mar. 11:24

    Pochi87 modera: Ovulazione e fecondazione, Gravidanza, La famiglia e Pedagogista risponde online
    Regolamento forum / Istruzioni per l'uso del forum

  7. #7
    Utente Senior Mamma Gold
    Registrato dal
    May 2012
    residenza
    Sulla collina
    Età
    35
    Messaggi
    628

    Predefinito

    Tu sei una brava mamma, non permettere a nessuno di dirti il contrario. Se tua figlia cresce, è serena, ride, gioca, tu sei una brava mamma.
    Con calma, senza rancore, di chiaramente a chi si è permesso di offenderti e sminuirti in quel modo che l'impegno che metti nell'essere una brava madre può essere giudicato esclusivamente da tua figlia.
    Quando è arrivata Rapunzel erano tutti pronti a darmi consigli e riprendermi. Io poi ho sofferto di depressione post parto ed è stato molto molto difficile far capire che ero malata, oltre che naturalmente stanca.
    Mio marito è stato sempre al mio fianco, è lui che fa le faccende di casa e si occupa di 1000 cose, visto che siamo soli con i nostri cuccioli.
    Però, anche se è di supporto immenso, anche io sono sopraffatta spesso e il "peso" della responsabilità mi schiaccia un po'.
    A chi mi da consigli, dico grazie, ma io preferisco fare a modo mio. A volte sbaglio, ne pago le conseguenze, ma penso sempre bene a ciò che faccio, quindi sono serena.
    Quello che ti posso dire (e che ripeto a me stessa) è che la bimba crescerà, le braccia si libereranno e tu prenderai un ritmo più umano.
    Io per salvarmi ho preso una signora che mi aiuta 1 volta a settimana per 3 ore e ho chiesto un partime a 35 ore (magari potresti semplicemente chiedere di ridurre la pausa pranzo per uscire prima).
    Poi, se puoi, siediti con il tuo compagno e chiedigli un aiuto concreto (anche solo di pagare qualcuno per stirare la sua roba!).
    Non dubitare di te però, tua figlia ha bisogno della tua forza per imparare a credere in se stessa come donna.
    "All I ever wanted
    All I ever needed
    Is here in my arms
    Words are very unnecessary
    They can only do harm"

    - Enjoy the silence, Depeche Mode -


    Piumetta portafortuna da Iaietta



    Lilypie Second Birthday tickers

  8. #8
    L'avatar di Monet Utente Senior Mamma Bionica
    Registrato dal
    Aug 2013
    residenza
    Villaggio degli gnomi
    Età
    34
    Messaggi
    3,259

    Predefinito

    Quote Originariamente inviata da eve2 Visualizza il messaggio
    Il “suggerimento” che mi è stato dato finora è “licenziati”.


    Oggi però è stato diverso, più intenso, più travolgente, come se un treno ad alta velocità mi fosse sfrecciato ad un palmo dal naso, come se mi avessero lanciata da un trampolino altissimo e avessi impattato sull'acqua fredda di faccia, di pancia, di cuore, come se al posto di ogni organo e di ogni muscolo ora avessi un macigno d'acciaio:
    “tu non sei capace di fare la mamma!”
    “tu non dovevi fare un figlio perché non sei capace”

    Ora sì che mi sento veramente all'altezza del mio compito, ora che anche chi mi sta vicino e che vede quello che faccio durante il giorno ha espresso il suo parere, devo dire di sentirmi veramente...una ******...
    Ciao! Posso capirti benissimo... più o meno ho vissuto e vivo nella tua stessa situazione. Io però ho due figli, uno va alle elementari ed uno all'asilo e la loro gestione+la gestione della casa è sulle mie spalle. Dal mattino alla sera. Quindi alzali, falli mangiare, vestili, portali a scuola, vai alle riunioni, se stanno male vai dal pediatra etc... + ovviamente la casa da tenere perlomeno in condizioni decenti che non sembri uno zoo... lavoro full-time pure io ed il weekend alla fine si spreca tra spesa, pulizie ed altre cose. Per cui credimi, hai tutta la mia solidarietà!!

    Se posso darti un consiglio col cuore... non licenziarti! Il lavoro (almeno per me) è una mano santa... mi dà cmq modo di spezzare la routine di mamma/casalinga e dedicarmi ad altro. Credo che se dovessi fare solo quello, impazzirei! Io ammiro che adora fare la mamma full-time, io personamente non ci riuscirei...ho proprio bisogno di staccare e cambiare aria!!

    E per quanto riguarda tuo marito (penso che le frasi piene di rispetto nei tuoi confronti che hai citato siano riferite a lui).... un bel **** ogni tanto non puoi mandarglielo???? Che si licenzi lui invece.........
    Ultima modifica di Pochi87; 20-06-17 a 14:38 Motivo: termine non consentito
    SCINTILLA, LaGru17 and Pochi87 like this.
    Lilypie Kids Birthday tickers Lilypie Fourth Birthday tickers Daisypath Anniversary tickers

Pagina 1 di 2 12 »

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •