ATTENZIONE: L’Utente assume la totale responsabilità anche giuridica per ogni attività da lui svolta e per ogni contenuto pubblicato e/o scambiato. (leggi le condizioni d’uso).

Si invitano gli Utenti a non pubblicare o scambiare alcuna informazione che permetta di risalire, anche indirettamente, alla propria identità o all’identità di terzi (nome, cognome, residenza, email…) e divulgare alcun tipo di dato sensibile proprio o di terzi.

Gentile Utente,
desideriamo informarti che tutti i servizi sono erogati, agli stessi termini e condizioni, da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. quale società incorporante di Banzai Media S.r.l.

X
Like Tree2Likes
  • 1 Post By Michela22
  • 1 Post By Dott.ssa Bernabè Psicologa

Discussione Michela

  1. #1
    Utente iscritto da poco
    Registrato dal
    Feb 2017
    Età
    35
    Messaggi
    1

    Predefinito Michela

    Buonasera,
    Ho un bambino di 14 mesi che da sette mesi circa ha sviluppato una preferenza nei confronti del padre ,e un conseguente rifiuto della mia presenza . Faccio un esempio :fino a qualche tempo fa L ora della nanna era un nostro momento esclusivo .. da mesi invece spesso e volentieri succede che il bambino ha delle vere e proprie crisi di pianto se provo a portarlo a dormire e tende le braccia verso il padre .. lo stesso succede se si sveglia di notte , o anche durante la giornata se c è il padre e provo a prenderlo in braccio o avvicinarmi mi manda via .. non mi fraintenda , sono molto contenta che mio figlio abbia un bel rapporto con il papà ma il fatto che non mi voglia mi fa stare molto male . La situazione è peggiorata da quando ovviamente ho ripreso il lavoro. Mi devo preoccupare?grazie
    Bacchina likes this.

  2. #2
    Utente Junior
    Registrato dal
    May 2017
    Età
    36
    Messaggi
    32

    Predefinito

    Salve Michela,
    ma certo che non deve preoccuparsi. Probabilmente il suo bambino ha trovato nel papà una figura di accudimento importante in un momento di cambiamento. Una mamma che riprende il lavoro stravolge (non in senso negativo) ritmi, abitudini e vissuti di un bimbo così piccolo. Lui non ha fatto altro che adattarsi a questo cambiamento trovando nel papà un aiuto. Capisco che possa sentirsi in colpa o sentirsi respinta ma in realtà il suo bimbo sta crescendo e le sta facendo capire che può avere una relazione importante anche con altre figure di accudimento come il papà. Viva con gioia questo loro legame e assecondi il suo bisogno di amore paterno senza sentirsi messa da parte.

    Buon cammino di vita!

    Dott.ssa Bernabè Elena
    Bacchina likes this.

Permessi di invio

  • Non puoi inserire discussioni
  • Non puoi inserire repliche
  • Non puoi inserire allegati
  • Non puoi modificare i tuoi messaggi
  •